top of page

BIOGRAFIA

Francesca Turtulici unisce nel suo lavoro, e nella sua vita, due grandi passioni: quella per la danza e quella per l'arte e l'architettura.

Laureata in Architettura col massimo dei voti presso il Politecnico di Torino, con una specializzazione in Restauro e Valorizzazione dei Beni Architettonici, è insegnante di Disegno e Storia dell'Arte presso Licei e Scuole superiori di Roma.

La danza però l'ha sempre accompagnata, fin da bambina, donandole una solida formazione, dall’età di 7 anni, in danza classica e moderna. Dopo un viaggio attraverso vari stili della danza, dall'hip-hop, alle danze afro e alla pizzica salentina, l'incontro nel 2005 con il meraviglioso mondo della danza orientale, grazie a Paola Ziliotto, fondatrice nel 1990 a Torino della Scuola “Il Tappeto Volante”, una delle prime accademie di danza, musica e cultura orientale in Italia.

Nel 2008 si trasferisce a Roma, dove continua il suo percorso artistico con vari maestri, incontrando poi il Maestro egiziano Saad Ismail, rappresentante della tecnica del grande Mahmoud Reda in Italia. Lo segue nei suoi corsi e seminari intensivi, frequentando contemporaneamente stages con insegnanti internazionali, quali Mo Geddawi, Amir Thaleb, Hosam El Mansy, Mohamed Shahin, Raqia Hassan, Aziza of Cairo, Yasmin Nammu, Sadie Marquardt, Aida Bogomolova, Maryem Bent Anis. In questi anni sviluppa il suo percorso artistico, apprendendo i diversi stili del Raqs Sharqi (la danza Orientale propriamente detta), del Folklore arabo e avvicinandosi alle più moderne tecniche Fusion

Nel 2014 diventa Maestra di Danze Orientali diplomata MIDAS (Maestri Italiani di Danza Sportiva) e tecnico FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva).

Dopo essersi approcciata allo studio della danza indiana Bollywood, conosciuta con i fratelli Singh e proseguita con Ambili Abraham, alle tecniche di Tribal Fusion e alle danze sufi col musicista iraniano Pejman Tadayon, studia per alcuni anni la Danza Classica Persiana con l'insegnante Mandira Improta, allieva di Miriam Peretz.

Attualmente studia con l'insegnante libanese Perla Elias Nemer, seguendo i suoi percorsi formativi di danza, musica e canto per danzatrici orientali.

Oggi Francesca Turtulici è danzatrice, coreografa ed insegnante di Danza e Folklore Orientale presso scuole di danza, palestre ed associazioni culturali di Roma.

E' autrice e regista di saggi e spettacoli teatrali, messi in scena presso importanti teatri di Roma. Tra questi OrienteOccidente-Dialoghi in Danza (Teatro Arvalia, 2016), Viandanze (Teatro Sammarco, 2017), The Cairovan (Teatro del Torrino, 2018), Heroines (Nuovo Teatro San Paolo, 2019), Noche Moresca (Ristorante Don Pepe, 2022), TALI'A - La danza incontra la Mitologia (Nuovo Teatro San Paolo, 2023).

E' attualmente Membro del CID (Consiglio Internazionale della Danza), organo ufficiale dell'Unesco che tutela e promuove tutte le forme di danza in ogni Paese del mondo.

Nei suoi corsi di danza mediorientale fa tesoro dell'esperienza acquisita in passato in altri stili di danza per andare "oltre il ventre", curando la postura, la respirazione, la tecnica e l'eleganza del movimento e , mostrando la bellezza e la completezza della danza orientale, forse tra le più antiche e sicuramente suggestive del mondo.

La formazione di Francesca in ambito artistico e letterario la conduce ad approfondire naturalmente e continuamente gli aspetti culturali e antropologici della bellydance, organizzando stages e workshop interdisciplinari e partecipando come docente e performer a spettacoli, festival di danza,  iniziative culturali ed eventi legati al mondo arabo e orientale. 

All'amore per la danza orientale ed etnica ha affiancato da alcuni anni lo studio e l'approfondimento dell'arte e dell'architettura araba e orientale, attraverso studi, ricerche e viaggi che le hanno permesso di sviluppare un interesse già sorto nel corso degli anni universitari.

Ha scelto così di portare avanti in parallelo, nella sua professione, lo studio per queste diverse espressioni artistiche del mondo orientale, in grado di creare un amalgama unico e potente che può essere concepito come ”opera d’arte totale”.

Per lei la danza e l'arte sono il modo più efficace per esprimere completamente noi stessi ed i nostri sentimenti, perchè un corpo in movimento o una mano che disegna, sia nello spazio scenico che su un foglio di carta, dicono agli altri, più delle parole, chi siamo, cosa proviamo, cosa vogliamo…

Corsi di danza del ventre e folklore mediorientale  a Roma con Francesca Turtulici
bottom of page